Moda autunno 2018: le geometrie che fanno tendenza

Moda autunno 2018 a quadretti

Per questa autunno 2018, sulle passerelle delle più note griffe, abbiamo visto sfilare capi con diverse fantasie geometriche.

In particolare tanti quadretti da grandi a piccoli, bianchi e neri, multicolor, monocromatici, tono su tono o in versione principe di Galles.

Ma anche altre geometrie come le tanto amate o odiate righe, fino ad arrivare alle fantasie anni ’70.

Le abbiamo viste in versione camicia lunga, pantaloni, blazer, cappotto, abito…insomma in tutte le salse.

Anche andando per negozi avrete notato che una buona parte delle geometrie scelte per la moda autunnale 2018 è rappresentata dalle camicie a quadrettoni.

Camicie che se non fosse per il taglio, lo spessore del quadretto o per la griffe, potrebbero ricordarci deliziose tovaglie da trattoria…

Per fortuna questo non accade proprio perché il tipo di fantasia, non è proprio lo stesso!

E poi lo sappiamo benissimo che molto fa anche il colore che viene scelto, lo spessore della linea della geometria, gli abbinamenti e, non di meno, lo stile di chi lo indossa.

Stesso discorso vale per le righe che,  se non scelte con gusto, possono far assomigliare il capo ai pantaloni di un pigiama o alle divise dei carcerati che si vedevano nei film di Charlie Chaplin.

Anche in questo caso è fondamentale lo spessore della riga, il colore, la quantità (come dico sempre io “il troppo stroppia”) e i relativi abbinamenti.

Un richiamo al passato

Anche le geometrie anni ’70 hanno fatto capolino sulle passerelle autunnali: qui è tutto un intersecarsi di trame, quadretti, rombi e righe dallo sfondo spesso super colorato o dallo stile patchwork che riporta ai movimenti studenteschi tipici di quegli anni.

Insomma il panorama è davvero vasto è ce n’è per tutti i gusti, tutto sta in primo luogo nel capire che ruolo si vuole rivestire e quindi abbinarvi lo stile più adatto: bon ton o country, stile classic chic oppure  più musicista figlio dei fiori…

In secondo luogo, in base alla nostra fisicita’, capire quali geometrie risaltano maggiormente i nostri punti di forza, andando a nascondere i  nostri punti deboli.

Sempre nella stessa ottica va fatta la scelta del colore azzeccato proprio per non rischiare di assomigliare a qualche oggetto non ancora  ben identificato  e per non ricordare la coperta patchwork della nonna.

Ovviamente con tutto il rispetto delle nostre tanto amate nonne!

E voi avete già acquistato il vostro capo “geometrico”?       

Ritenete che alcune geometrie siano più adatte ad alcune donne rispetto che ad altre?

Forza! Dite la vostra

You may also like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *